«Torna all'indice del glossario
tonometria

La tonometria oculare è un test diagnostico eseguito per misurare il Pressione intraoculare e rilevare lesioni che potrebbero influenzare il nervo ottico. È un test semplice e non invasivo.

Esistono diversi tipi di tonometria per adattarsi sia alle condizioni del paziente che alle esigenze dell'oculista.

En Área Oftalmológica Avanzada Spieghiamo cos'è una tonometria e come viene eseguita.

Che cos'è una tonometria oculare?

El umor vitreo e il umore acqueo sono sostanze che esercitano pressione sulle strutture rigide dell'occhio, questa pressione è quella che viene definita pressione intraoculare.

In generale, la pressione intraoculare deve essere mantenuta in un intervallo compreso tra 10 e 21 mmHG in valori normali.

Un aumento significativo della pressione oculare può essere un segno di glaucoma, una patologia che colpisce il nervo ottico in modo molto importante.

La tonometria è il test diagnostico che misura la pressione intraoculare dell'occhio e diagnostica la glaucoma.

Tipi di tonometria

Quando si misura la pressione intraoculare, è possibile stabilire diverse procedure, che sono:

tonometria dell'aria

È anche noto come tonometria senza contatto, tonometria pneumatica o pneumotonometria.

Questo test viene eseguito attraverso un tonometro che soffia aria nell'occhio del paziente per appiattirlo cornea.

Con la cornea completamente appiattita nella parte centrale, il tonometro ad aria procede alla misurazione della pressione intraoculare.

Maggiore è la pressione dell'aria che il tonometro deve emettere per appiattire la parte centrale della cornea, maggiore è il valore della IOP o pressione intraoculare che ci darà come risultato del test diagnostico.

Il tonometro ad aria è il tipo di tonometria meno accurato, poiché lo sbuffo d'aria può far chiudere gli occhi o battere le palpebre del paziente, il che può darci risultati anormali della pressione intraoculare.

La tonometria ad aria o senza contatto non è raccomandata nelle persone con cicatrici corneali.

Tonometria ad applanazione o Goldman

Questo tipo di tonometria oculare misura la pressione oculare indirettamente con l'ausilio di un tonometro posizionato in a lampada a fessura.

Il paziente è tenuto ad appoggiare la testa sulla lampada a fessura dove verrà eseguito il test diagnostico.

Per eseguire l'applanazione o la tonometria Goldman, sarà necessaria l'instillazione di un colorante (fluoresceina) e un collirio anestetico, poiché per eseguire questo test è necessario mettere in contatto un piccolo cono con la cornea per misurare la IOP o pressione intraoculare.

Attualmente, è la tecnica più utilizzata in oftalmologia.

Tonometria ad applanazione di Perkins

Si effettua con il tonometro Perkins, un dispositivo portatile che permette di misurare la pressione senza la necessità di una lampada a fessura.

Per misurare la IOP, come con il tonometro ad applanazione, dovremo instillare fluoresceina (colorante) e gocce di anestetico perché c'è un contatto diretto con l'occhio.

Gli esperti consigliano di esercitarsi più volte nell'uso del sistema Perkins per ottenere risultati accurati, poiché pur disponendo di una piccola piattaforma per sostenere la testa del paziente, viene eseguito a mano libera.

Questa tonometria ad applanazione Perkins è particolarmente utile negli ospedali in cui l'oftalmologo deve esaminare i pazienti che non possono muoversi.

tonometria di rimbalzo

È la tecnica più recente. La misurazione viene effettuata tramite l'emissione di una sonda metallica che viene posta perpendicolarmente alla cornea.

Quando la sonda entra in contatto con la cornea, rallenta e rimbalza sulla cornea. In questo momento il tonometro misura la pressione che sta esercitando sulla cornea.

Il valore della pressione intraoculare che ci fornisce è proporzionale al valore di decelerazione della sonda quando viene a contatto con l'occhio.

Come si esegue la tonometria?

La procedura varia a seconda del tipo di esame in corso.

Il tipo di tonometria che offre i risultati più accurati ed è più utilizzato dagli oftalmologi è l'applanazione o la tonometria Goldman.

Per eseguire questa tecnica, il medico deve applicare alcune gocce di anestesia sugli occhi del paziente e, inoltre, viene utilizzata una tintura fluorescente per tingere di giallo le lacrime.

Una volta che il paziente è stato anestetizzato, deve rimanere seduto e appoggiare il mento sulla mentoniera della lampada a fessura senza chiudere gli occhi.

Quindi, il medico procederà a posizionare il biomicroscopio del tonometro nell'area anteriore dell'occhio per eseguire la misurazione.

L'esame si svolge in una stanza semibuia.

Quando è consigliata una tonometria?

La tonometria è il test che misura più accuratamente la IOP o la pressione intraoculare, pertanto deve essere eseguita in a esame della vista completo, soprattutto ogni volta che il medico vuole diagnosticare il glaucoma.

Dall'età di 40 anni aumenta il rischio di una persona affetta da glaucoma, pertanto è importante includere la tonometria oculare nel check-up oftalmologico annuale per diagnosticare in tempo questa malattia.

Può essere indicato anche prima o dopo un intervento chirurgico all'occhio per effettuare un seguito più preciso dell'evoluzione del paziente.

Vuoi saperne di più sulla tonometria oculare e la sua procedura? Rimani in contatto con noi! In Área Oftalmológica Avanzada, i nostri professionisti saranno lieti di ricevere la tua richiesta.

Riassunto
tonometria
Nome articolo
tonometria
Descrizione
La tonometria è un test semplice e non invasivo eseguito da un oculista. Ti diciamo a cosa serve e come può essere fatto.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor
Sinónimos:
tonometria, tonometria oculare
«Torna all'indice del glossario