«Torna all'indice del glossario

Il siero autologo è uno dei rimedi più utilizzati per combattere i sintomi di ojo seco.

È un collirio composto dal sangue del paziente e ciò fornisce una serie di vantaggi che i colliri convenzionali non possono offrire.

Inoltre è ricco di plasma e piastrine, che aiutano, tra l'altro, a rigenerare importanti tessuti della struttura oculare come il cornea.

En Área Oftalmológica Avanzada Spieghiamo cos'è il siero autologo e quando viene utilizzato. 

siero autologo

Il siero autologo è un collirio a base di sangue del paziente e contenente vitamine diluite e plasma ricco di piastrine. Per questo motivo, è molto utile trattare diverse malattie degli occhi. 

È un collirio più efficace di qualsiasi altro convenzionale, poiché siamo riusciti a ottenere a terapia rigenerativa con biocompatibilità. Ciò significa che il siero ha caratteristiche molto simili alle lacrime naturali, il che gli consente di ridurre l'infiammazione, le allergie e il dolore.  

Quando viene usato?

Il siero autologo è utilizzato in oftalmologia principalmente per il Trattamento di ojo seco, poiché riesce a idratare gli occhi in modo naturale e migliora la composizione del film lacrimale

Inoltre, questo siero del sangue è ricco di fattori di crescita che aiutano a rigenerare naturalmente i tessuti della struttura oculare. Alcuni vantaggi del siero autologo sono: 

  • Promuove la crescita e la rigenerazione cellulare
  • Rafforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire le infezioni
  • È ricco di fattori di crescita che aiutano a rigenerare i tessuti come la cornea. 

L'uso del siero autologo in oftalmologia è raccomandato anche per il trattamento di altre infezioni come ulcere corneali o cheratite, cheratocongiuntivite e durante il postoperatorio trapianto di cornea

Per preparare il siero autologo, è importante che il paziente sospenda il consumo di farmaci anticoagulanti, almeno tre giorni prima della data di preparazione.

La procedura per la preparazione del siero autologo è la seguente: 

  • Viene prelevato un campione di sangue al paziente. 
  • Il campione di sangue viene inserito in a macchina centrifuga
  • La centrifuga separerà tutto il contenuto del sangue in modo che il medico possa farlo ottenere plasma ricco di piastrine
  • Separa il plasma sterilizzato ricco di fattori di crescita.
  • Il plasma è mescolato con siero fisiologico ed è confezionato. 

Una volta ottenuto il siero autologo, il medico specialista deve dire al paziente per quanto tempo utilizzare il siero e quante gocce applicare in ciascun occhio. Nella maggior parte dei casi, si consiglia di applicare il siero tra le 6 e le 10 volte al giorno.

En Área Oftalmológica Avanzada usiamo la tecnologia ENDORET stato dell'arte per eseguire il siero autologo.

amministrazione

La somministrazione di colliri sierici autologhi è molto semplice, poiché si applica allo stesso modo del lacrime artificiali e colliri convenzionali. Ecco alcuni consigli da tenere a mente durante la somministrazione del siero autologo: 

  • Una volta aperto il contenitore del siero autologo, dovrai farlo tienilo in frigo
  • Ogni contenitore ha una durata stimata di una settimana dopo l'apertura.
  • lavarsi le mani molto bene ogni volta che andate ad aprire il contenitore ed evitate di toccare il dosatore di gocce. 
  • butta il barattolo appena è passata una settimana.

In caso di domande, non esitare a contattare i nostri specialisti all'indirizzo Área Oftalmológica Avanzada. Saremo felici di aiutarti con tutto ciò di cui hai bisogno!

Riassunto
siero autologo
Nome articolo
siero autologo
Descrizione
Scopri subito cos'è il siero autologo e quando viene utilizzato.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor
«Torna all'indice del glossario