«Torna all'indice del glossario
motilità oculare

L'occhio compie movimenti spontanei e coordinati che permettono al cervello di trasformare due immagini in una tridimensionale.

Questi movimenti sono conosciuti con il nome di motilità oculare e sono possibili grazie al corretto funzionamento del muscoli degli occhi

La motilità oculare è essenziale per una persona per godere del bene visione binoculare.

En Área Oftalmológica Avanzada Spieghiamo di seguito cos'è la motilità. 

Cos'è la motilità oculare?

La motilità oculare è tutti i movimenti spontanei, automatici e coordinati che fanno gli occhi e che consentono loro di lavorare insieme.

La distanza naturale tra i due occhi fa sì che ogni struttura oculare percepisca un'immagine diversa dello stesso oggetto.

Queste due immagini vengono inviate al cervello e diventano un'unica immagine tridimensionale. Questo è ciò che conosciamo come visione binoculare. 

Qualsiasi problema di allineamento negli occhi può causare la separazione delle immagini percepite e il controllo del cervello movimenti oculari al fine di preservare il visione binoculare

Alterazioni correlate 

Ci sono alcune condizioni oculari che possono influenzare in modo significativo la motilità oculare.

Successivamente, ti diremo quali sono i più frequenti.

strabico 

Nel strabico, la direzione dello sguardo dei due occhi non è diretta nello stesso punto. Quando osserviamo una persona con strabismo, si può determinare che uno degli occhi è deviato.

Visivamente, il strabico Influisce sulla percezione della profondità e sulla visione 3D della persona che la subisce.

nistagmo

El nistagmo È caratterizzato da movimenti involontari effettuati dall'occhio, per lo più orizzontalmente. Gli impulsi possono essere anche verticali, orizzontali o rotativi.

phoria

Si verifica quando c'è una differenza di allineamento tra i due occhi che rende difficile convertire due immagini in una.

Quando lo sforzo per mantenere la visione binoculare fallisce, a forum scompensato, una condizione che può causare offuscamento della vista y visione doppia

Quale tecnologia misura la motilità oculare? 

Quando si misura la motilità oculare, è necessario valutare sia la motilità intrinseca che quella estrinseca. 

La motilità intrinseca consente all'oftalmologo di conoscere i movimenti del iris e sistemazione visiva. D'altra parte, la motilità estrinseca è la capacità di una persona di coordinare i movimenti oculari. 

I test più noti per la misurazione della motilità oculare sono MEO e NSUCO. Entrambe le valutazioni vengono effettuate in uno spazio libero. 

Come viene eseguito il test di motilità oculare?

Il test più utilizzato per misurare la motilità oculare è l'oculomotore NSUCO.

Questa valutazione viene eseguita nello spazio libero con il paziente in piedi con entrambi i piedi alla larghezza delle spalle e di fronte all'esaminatore.

L'oftalmologo che esegue il test utilizzerà un oggetto stimolante e chiederà al paziente di seguirlo con gli occhi. Lo specialista esegue cinque movimenti e due rotazioni per valutare le capacità di movimento dell'occhio, della testa e del corpo. 

Quando è consigliabile eseguire un test di motilità oculare?

La misurazione della motilità oculare fa parte delle valutazioni di routine dell'oculista.

Tuttavia, questo test deve essere eseguito ogni volta che lo specialista riceve un paziente con visione doppia, affaticamento oculare, problemi di allineamento, strabismo o nistagmo.

Hai altre domande sulla motilità oculare e la sua misurazione? Contattaci in Área Oftalmológica Avanzada e saremo lieti di assisterti!

Riassunto
Motilità oculare
Nome articolo
Motilità oculare
Descrizione
Ti diciamo cos'è la motilità oculare e le principali condizioni oculari che la influenzano, nonché come viene misurata.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor
«Torna all'indice del glossario