Retinopatia diabetica

La La retinopatia diabetica è una malattia vascolare causata da uno scompenso metabolico dovuto al diabete e che colpisce la retina.

La retinopatia diabetica è una delle malattie più comuni della retina e se non trattata correttamente può causare seri problemi alla vista.

Retinopatia diabetica

La La retinopatia diabetica è una malattia vascolare causata da uno scompenso metabolico dovuto al diabete e che colpisce la retina.

La retinopatia diabetica è una delle malattie più comuni della retina e se non trattata correttamente può causare seri problemi alla vista.

Cos'è la retinopatia diabetica?

 La prima cosa è sapere cos'è la retinopatia diabetica. Come abbiamo detto in precedenza, si tratta di a complicanza oftalmologica del diabete, causato dal deterioramento dei vasi sanguigni che nutrono la retina nella parte posteriore dell'occhio, colpisce questo tessuto fotosensibile e può portare alla cecità.

La condizione diabetica in vista può causare fuoriuscite di plasma o sangue nella zona, che a sua volta provoca la comparsa di edema retinico y emorragia, producendo un'immagine anormale e sfocata nel paziente.

Fattori di rischio per lo sviluppo di questa malattia se sei diabetico

Il rischio di sviluppare retinopatia diabetica è elevato nei pazienti che hanno avuto il diabete per un lungo periodo di tempo.

Si stima che intorno 60% dei pazienti con diabete di tipo B per 15 anni o più hanno anomalie nei vasi sanguigni nei loro occhi. chi soffre tipo A o diabete giovanile hanno maggiori probabilità di sviluppare retinopatia diabetica in età più giovane.

Un mancanza di controllo metabolico severo e il mancanza di esami oftalmologici sono i principali fattori scatenanti che portano un paziente con diabete a soffrire di questa condizione.

retinopatia diabetica

Occhio con retinopatia diabetica

A causa della assenza di sintomi nelle fasi iniziali, il controllo oftalmologico è molto importante per evitare che i cambiamenti nei vasi sanguigni si trasformino in gravi problemi di vista e cecità.

Cause della retinopatia diabetica

La retinopatia diabetica ha cause evidenti, dal momento che la danno retinico e diabete in questo caso vanno di pari passo. Il diabete, caratterizzato da livelli elevati di zucchero nel sangue, dopo anni di evoluzione, può causare l'indebolimento dei piccoli vasi sanguigni in diverse aree del corpo, comprese quelle che forniscono sangue alla nostra retina. La gravidanza e l'ipertensione spesso peggiorano questa condizione nei pazienti diabetici.

Nel corso degli anni, la debolezza dei vasi sanguigni può far sì che inizino a fuoriuscire sangue o grasso, portando a edema nell'area che successivamente produrrà un vasi ostruiti, iniziando una retinopatia diabetica non proliferativa o precoce.

I sintomi della retinopatia diabetica

Il problema principale con questa condizione è che, nella sua fase iniziale non presenta sintomi. È solo quando la retinopatia è avanzata che il paziente inizia a sperimentare una progressiva perdita della vista.

Questo è il motivo principale per cui i controlli oftalmologici nelle persone con diabete, soprattutto dopo anni di sofferenza, sono essenziali per prevenire il deterioramento della retina.

Nel caso di pazienti con retinopatia proliferativa, esistono i sintomi della retinopatia diabetica. Ad esempio, il offuscamento della vista o carente è a segnale di allarme. Quando un emorragia che macchia il vitreo, a perdita totale di visione, che è considerata come a emergenza oculare che richiedono cure oculistiche immediate.

Tipi di retinopatia diabetica

Esistono due forme di retinopatia diabetica che si distinguono sostanzialmente per lo stadio della malattia. Questi sono:

Retinopatia diabetica non proliferativa o di fondo

È considerato come un fase iniziale di questa condizione. In questa fase, alcuni vasi sanguigni diminuiscono di dimensioni e altri aumentano e formano borse che ostruiscono il flusso del sangue e ne provocano la fuoriuscita dall'occhio.

Queste emorragie e perdite dai vasi sanguigni possono causare depositi di sangue e colesterolo, noti come essudati, sulla retina. Fortunatamente, nei casi di retinopatia non proliferativa, la vista non è gravemente compromessa e di solito rimane stazionaria, senza progredire. nell'80% dei casi.

In altri, invece, i liquidi versati si accumulano nella macula, la parte della retina responsabile della visione centrale. L'imaging diretto, la lettura e il lavoro ravvicinato possono essere compromessi e la perdita della vista centrale può portare alla cecità. La retinopatia di fondo è un segnale di avvertimento e può progredire con un progressivo e irreversibile deterioramento della vista.

Retinopatia diabetica proliferativa

All'interno degli stadi della retinopatia diabetica, il più grave è quello proliferativo. Questo inizia come continuazione del modulo precedente, con l'aggiunta di nuovi vasi sanguigni che crescono sulla superficie della retina o del nervo ottico.

Questi nuovi vasi sanguigni sono molto fragili e possono rompersi e sanguinare nel vitreo, un umore acqueo trasparente, che lo farà macchiare di rosso e impedire il passaggio della luce.

Il risultato sarà il perdita della vista. Oltre al tessuto cicatriziale formato da masse causate da vasi sanguigni rotti nel vitreo, questa condizione può trascinare e allungare la retina causando il distacco della retina nella parte posteriore dell'occhio. I vasi sanguigni possono crescere nell'iride e causare una forma tipica di glaucoma secondario. La grave perdita della vista e persino la cecità sono il risultato finale di questo processo.

Diagnosi

Un completo la visita medica da parte di un oftalmologo è la migliore protezione contro la progressione della retinopatia diabetica. I pazienti diabetici dovrebbero essere consapevoli del rischio di sviluppare problemi alla vista e dovrebbero farsi esaminare regolarmente gli occhi. Da parte loro, anche i pazienti non diabetici dovrebbero esaminare i loro occhi ogni anno, poiché questi controlli aiutano a rilevare la presenza di diabete e altre malattie.

test diagnostici

Per rilevare la retinopatia diabetica, l'oftalmologo esamina indolore l'interno dell'occhio utilizzando uno strumento chiamato oftalmoscopio. L'interno dell'occhio può anche essere fotografato per fornire maggiori informazioni utilizzando la tomografia a coerenza ottica (OCT).

Se viene rilevata la retinopatia diabetica, lo specialista può utilizzare un secondo metodo di esame per vedere quali vasi sanguigni sono danneggiati.

Per prima cosa, inietti a colorante fluorescente nel braccio del paziente, questo colorante viaggia attraverso il flusso sanguigno e nei vasi retinici. Le immagini del colorante devono essere scattate rapidamente mentre scorre attraverso i vasi sanguigni della retina.

Questa tecnica, chiamata Angiografia con fluoresceina, viene utilizzato dall'oculista per determinare l'entità del danno e la presenza di complicanze, come emorragie vitreali, retina distaccata o glaucoma secondario.

Altre tecniche come OCT-angiografia, che viene utilizzato per vedere quanto afflusso di sangue c'è alla macula. Possono anche essere usati ecografie oculari, poiché sono molto utili per lo studio delle emorragie intraoculari.

Tratamiento

Complessivo la retinopatia diabetica è curabile. Al momento della diagnosi, l'oftalmologo considera l'età, la storia, lo stile di vita e il grado di danno retinico del paziente prima di decidere il trattamento o di continuare a monitorare l'andamento della malattia.

In molti casi non è necessario un trattamento attivo e sono sufficienti i controlli periodici da parte dell'oftalmologo.

Controllo medico

Per fermare la perdita della vista e i sintomi della retinopatia diabetica, è importante fare a controllo medico. Questo controllerà la pressione sanguigna e la glicemia, seguendo una dieta e prescrivendo alcuni farmaci. È probabile che possa anche migliorare la vista, poiché si ottiene un migliore controllo della pressione sanguigna dei vasi sanguigni dell'occhio.

farmaci intravitreali

La retinopatia diabetica ha a trattamento a base di farmaci. Nello specifico vengono utilizzati farmaci anti-VEGF intravitreali come Eylea, Lucentis o Avastin, che servono a ridurre il gonfiore della macula.

Grazie a ciò, è possibile migliorare la vista e prevenirne la perdita. Il percorso per somministrarlo è intravitreale, cioè direttamente all'interno del bulbo oculare per massimizzarne l'efficacia.

Chirurgia laser

Probabilmente il trattamento della retinopatia diabetica più significativo è l'uso di chirurgia laser per isolare le aree dei vasi sanguigni interessate e aree della retina che possono deteriorarsi nel tempo.

Questo metodo consiste nel dirigere un potente raggio di luce laser contro la retina danneggiata, piccole ustioni laser fermano l'emorragia sigillando i vasi sanguigni, formando piccole cicatrici all'interno dell'occhio.

Questa terapia riduce la crescita anormale dei vasi sanguigni e aiuta ad attaccare la retina alla parte posteriore dell'occhio, non necessita di incisioni e si esegue nello studio dell'oftalmologo.

Se la retinopatia diabetica viene rilevata precocemente, la chirurgia della fotocoagulazione laser può fermare il suo danno continuato, mentre negli stadi avanzati della malattia può ridurre la possibilità di perdita della vista.

vitrectomia

Tuttavia, la fotocoagulazione non può essere utilizzata in tutti i pazienti. A seconda della posizione e dell'estensione della retinopatia diabetica o se il vitreo è troppo torbido di sangue, devi scegliere a intervento chirurgico noto come vitrectomia.

In questa procedura chirurgica, il sangue che riempie il vitreo viene prelevato dall'occhio e sostituito con una soluzione artificiale, circa il 70% dei pazienti sperimenta un miglioramento della vista.

L'oftalmologo dovrebbe raccomandare una vitrectomia non appena il vitreo inizia a annebbiarsi a causa del sangue in esso contenuto, prima che si organizzi. Il momento di considerare una vitrectomia dipende dall'entità del danno all'occhio.

Tuttavia, se la retinopatia diabetica provoca il distacco della retina nella parte posteriore dell'occhio, che potrebbe portare a una significativa perdita della vista e persino alla cecità, a meno che non venga eseguito immediatamente un intervento chirurgico per ripulire il vitreo e riparare la retina.

Il successo del trattamento della retinopatia diabetica non dipende solo da a rilevamento precoce e trattamento corretto, ma anche l'atteggiamento e la cura del paziente. Il paziente deve collaborare con l'oculista assumendo tutti i farmaci e seguendo una dieta rigorosa per controllare il diabete. 

Sebbene l'attività fisica presenti pochi problemi con la retinopatia nella sua fase iniziale, il sport o attività che comportano movimenti improvvisi della testa, può aumentare il sanguinamento nella retinopatia proliferativa. In questi casi, l'esercizio per questo tipo di paziente dovrebbe essere moderato.

Prevenzione della perdita della vista

Un diagnosi precoce della retinopatia diabetica È la migliore protezione contro la perdita della vista e contro le complicanze della retinopatia diabetica. Anche quando non si osservano sintomi, il paziente diabetico deve sottoporsi a un esame da parte di un oculista almeno una volta all'anno.

queste le visite mediche dovrebbero essere programmate più frequentemente dopo aver diagnosticato la retinopatia diabetica con possibilità di sanguinamento. In molti casi, con un attento monitoraggio, l'oftalmologo può iniziare il trattamento prima che la vista ne risenta.

Riassunto
Retinopatía diabética
Nome articolo
Retinopatia diabetica
Descrizione
Spieghiamo cos'è la retinopatia diabetica, le sue cause, i suoi sintomi e il trattamento più indicato. Entra qui per informarti.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor