Ptosi palpebrale infantile

La ptosi palpebrale infantile o la palpebra cadente nei bambini è un problema oculoplastico presente molto frequentemente e generalmente congenito, cioè presente dalla nascita.

Al momento abbiamo le tecniche necessarie per curare la ptosi palpebrale infantile in modo integrale poiché questo problema non è solo estetico ma che nel tempo può causare alcune patologie nel paziente.

Ptosi palpebrale infantile

La ptosi palpebrale infantile o la palpebra cadente nei bambini è un problema oculoplastico presente molto frequentemente e generalmente congenito, cioè presente dalla nascita.

Al momento abbiamo le tecniche necessarie per curare la ptosi palpebrale infantile in modo integrale poiché questo problema non è solo estetico ma che nel tempo può causare alcune patologie nel paziente.

Cos'è la ptosi palpebrale infantile?

La ptosi palpebrale o blefaroptosi È un abbassamento della palpebra superiore che occlude il bulbo oculare in misura maggiore o minore. Quando il paziente ha meno di otto anni, è chiamata ptosi palpebrale infantile.

Non potendo aprire normalmente l'occhio e non ricevendo gli stimoli visivi necessari, è possibile che nel tempo soffra di patologie come occhio pigro.

Perché la palpebra gonfia si verifica nei bambini?

I motivi per cui la palpebra cadente appare nei bambini di solito non sono gli stessi degli adulti. Nei pazienti più giovani potrebbe essere dovuto a:

Cause congenite

Nei bambini di solito compare la ptosi palpebrale dalla nascita, ed è correlato allo scarso sviluppo del muscolo elevatore della palpebra. Non è frequente che sia correlato ad un'altra patologia ma ha a componente ereditaria.

ptosi palpebrale infantile

Altre cause

Ci sono altre cause meno comuni di ptosi infantile, come ad esempio:

  • Malattie neurologiche come la sindrome di Horner, la paralisi sopranucleare progressiva e la miastenia grave.
  • Malattie muscolari.
  • trauma locale.
  • Reazioni allergiche.

In rari casi, la blefaroptosi infantile può comparire rapidamente nel giro di pochi giorni o poche settimane. Quando ciò si verifica, vengono eseguiti i test necessari per escludere malattie gravi, come tumori o aneurismi intracranici.

Sintomi

A seconda che si tratti di un ptosi palpebrale lieve, moderata o grave, i sintomi saranno diversi:

  • Lieve ptosi palpebrale: c può essere ridottoampo visivo o essere solo un problema estetico senza altre conseguenze.
  • Ptosi palpebrale moderata o grave: la palpebra può coprire una parte importante dell'occhio o farlo completamente, mettendo a rischio l'acuità visiva del bambino. In questi casi, può causare la comparsa di un occhio pigro.

È essenziale che se un neonato ha la blefaroptosi, sia visto da a oculista pediatrico. Questo specialista analizzerà il grado di coinvolgimento, che tipo di ptosi palpebrale è e quale dovrebbe essere il trattamento da applicare.

bambini con le palpebre cadenti

Trattamento

C'è solo un trattamento definitivo per la ptosi palpebrale infantile, che è l'operazione. Tuttavia, quando la sua origine è genetica, ci sono casi in cui migliora durante i primi due anni di vita del bambino.

Volontà l'oculista chi decide se è necessario correggere la palpebra cadente, tenendo conto di fattori come il suo grado, l'età del bambino e se il problema si manifesta in uno o entrambi gli occhi.

Nei casi lievi può essere sufficiente l'osservazione periodica del paziente. Ma quando rischia di soffrire di altre patologie, l'oftalmologo pediatrico valuterà qual è il modo più appropriato per curare la palpebra cadente in base alle caratteristiche del bambino.

Se possibile, l'intervento può essere ritardato fino a quando il paziente ha tre o quattro anni, poiché i risultati sono più accurati dopo quell'età.

Attualmente sono due opzioni chirurgiche per il trattamento della blefaroptosi infantile:

Resezione dell'elevatore

Questa tecnica viene applicata ai pazienti in cui la funzione muscolare è buona o discreta. È accorciare il muscolo colpito per aumentare la tua forza di sollevamento.

Quando questo muscolo non funziona correttamente, questa procedura è rischiosa, in quanto può impedire all'occhio di chiudersi completamente.

Chirurgia pediatrica della ptosi palpebrale

La chirurgia sospensiva frontale viene eseguita su pazienti con a funzione del muscolo elevatore scarsa o assente. Consiste nel sostituire la funzione di questo muscolo con l'azione di sollevamento del sopracciglio, poiché i bambini che non alzano bene le palpebre di solito compensano alzando le sopracciglia.

Per questa operazione viene utilizzato un materiale non estensibile che unisce il sopracciglio del lato colpito alla palpebra, alzandolo quando si alzano le sopracciglia, e permettendo così un'adeguata chiusura.

Tuttavia, il materiale più testato nei bambini lo è fascia lata, un innesto prelevato dalla gamba attraverso un'incisione di 2 millimetri. Questa è una tecnica con un rischio molto basso di infezione.

Prevenzione della ptosi palpebrale infantile

Non è possibile prevenire la ptosi palpebrale infantile congenita. Tuttavia, è fondamentale trattarlo per tempo in modo che non porti a patologie come occhio pigro, visione offuscata, astigmatismo infantilestrabico.

Inoltre, nel tempo può causare un indebolimento e un allungamento eccessivo del tendine che collega il muscolo elevatore e la palpebra, provocando una caduta eccessiva della palpebra fino a ostruire parzialmente o totalmente la pupilla nei casi più gravi.

Riassunto
Ptosi palpebrale infantile: cos'è e trattamento
Nome articolo
Ptosi palpebrale infantile: cos'è e trattamento
Descrizione
La ptosi palpebrale infantile o la palpebra cadente è una malattia che ha una cura. Scopri i suoi sintomi, cause e trattamento.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor