Entrambi DMEK come DSAEK sono le tecniche chirurgiche che utilizziamo per eseguire a trapianto di cornea selettivo posteriore, in cui viene sostituita l'unità endoteliale-Descemet e il cui scopo è curare le alterazioni tissutali endoteliale. Tuttavia, nonostante la loro somiglianza, hanno caratteristiche diverse.

En Área Oftalmológica Avanzada spieghiamo se esiste una tecnica migliore dell'altra e quali differenze esistono tra il DMEK o il DSAEK.

dmek vs dsaek

Differenze tra DMEK e DSAEK

Il DMEK e il DSAEK sono due tecniche chirurgiche per eseguire un tipo di trapianto di cornea noto come cheratoplastica lamellare posteriore o cheratoplastica endoteliale, cioè, interventi per trattare le alterazioni dell'endotelio corneale.

Entrambi offrono a riabilitazione visiva molto veloce con un cambiamento di rifrazione minimo, oltre a una maggiore integrità della cornea. Inoltre, evitano alcune delle complicazioni che di solito causano cheratoplastica penetrante.

Nel caso del DSAEK si trapianta un lenticolo di 80-100 micron, stroma posteriore insieme alla membrana di Descemet e al suo endotelio. Detto lenticolo si ottiene praticando un taglio sulla cornea del donatore con un microcheratomo specifico per questa procedura. D'altra parte, nel DMEK trapiantare solo il La membrana di Descemet con il suo endotelio, senza il supporto dello stroma ed è ottenuto mediante dissezione manuale.

Un altro differenza importante tra DMEK e DSAEK è il modo in cui otteniamo il tessuto da trapiantare. Nel caso di DMEK, è più artigianale e complesso e da allora dipende in gran parte dall'abilità del chirurgo è fatto a mano, Mentre in DSAEK, un sistema di dissezione molto più automatizzato e affidabile.

Vantaggi e svantaggi di DMEK e DSAEK

La maggior parte delle patologie corneali si verificano specificamente in uno degli strati della cornea, quindi il turnover selettivo degli strati della cornea danneggiato, è molto più vantaggioso rispetto al trapianto dell'intero spessore della cornea (trapianto penetrante).

DMEK

I risultati pubblicati con DMEK mostra alcuni vantaggi rispetto a DSAEK, particolarmente legato al migliore qualità visiva Cosa offrirebbe questo intervento?.

Le principali vantaggi di DMEK contro DSAEK sono i seguenti:

  • I risultati visivi di DMEK sono migliori in relazione ai seguenti aspetti:
    • DMEK sostituisce solo il tessuto che è stato rimosso dal paziente, la membrana di Descemet e l'endotelio malato, contrariamente a quanto accade nel DSAEK, nel qual caso viene impiantato anche parte dello stroma del donatore, che ha un indice di rifrazione diverso. .
    • aberrazioni ottiche. DMEK mostra un livello significativamente più basso di aberrazione di ordine superiore rispetto agli occhi dopo DSAEK.
    • Iperotropizzazione. Il DSAEK può produrre un'ipermetropia da 1 a 3 diottrie. Al contrario, DMEK produce solo piccoli cambiamenti transitori, poiché la cornea gonfia ha un indice di rifrazione superiore al normale.
    • Recupero. I pazienti in genere ottengono una vista che può raggiungere il 100% poche settimane dopo la DMEK. La visione media dopo DSAEK va dal 65% al ​​90% e, sebbene di solito migliori nel tempo, in molti casi non recupera il 100% come in DMEK.
  • il DMEK riduce le possibilità di rifiuto del tessuto impiantato. Qualsiasi procedura di trapianto di cornea può causare il rigetto dell'innesto. Tuttavia, è stato riscontrato che nel caso di DMEK ci sono meno possibilità che il tessuto del donatore venga rigettato.
  • perdita di cellule endoteliali, anche un'altra possibile conseguenza di questi interventi è minore nel DMEK che nel DSAEK.
  • Per eseguire un DMEK non è richiesta alcuna tecnologia speciale, come il microcheratomo, nel caso del DSAEK.

il principale Svantaggio di DMEK rispetto a DSAEK è complessità della chirurgia, la frequenza di reintervento e della perdita di cellule endoteliali durante la procedura chirurgica. Anche con chirurghi molto esperti, la dissezione dell'endotelio della cornea del donatore può essere complicata, danneggiando le cellule endoteliali e riducendo la possibilità della loro sopravvivenza, causando il fallimento dell'intervento chirurgico o una visione finale non ottimale. In questa opzione chirurgica ci sono anche più casi in cui l'innesto non è ben aderito ed è necessario tornare in sala operatoria per riposizionarlo, con gli inconvenienti che ciò comporta per il paziente e il possibile deterioramento dell'endotelio dovuto alla sua nuova manipolazione.

DSAEK

La principale vantaggio di DSAEK è che è una tecnica non così complesso e facile da manipolare il lenticolo che viene impiantato. Non è necessario eseguire la dissezione manuale, utilizziamo un microcheratomo simile a quelli in cui utilizziamo chirurgia refrattiva e che siamo abituati a gestirlo. D'altro canto, il lenticolo che impiantiamo è in qualche modo più consistente e la sua manipolazione, impianto e posizionamento è più facile, che consente di non perdere le cellule endoteliali a causa di una manipolazione eccessiva.

Una volta che l'impianto è stato posizionato all'interno dell'occhio e confermata la sua buona posizione e aderenza allo stroma ricevente, meno probabilità di separarsi e che è necessario trasferirlo, come nel caso del DSAEK.

La Il principale svantaggio di DSAEK rispetto a DMEK è la qualità della vista ottenuta. È vero che se entrambi gli interventi vengono eseguiti correttamente e non ci sono complicazioni, la qualità della visione ottenuta con il DMEK è superiore, potendo raggiungere il 100% nella maggior parte del caos. Nel DSAEK, si ottiene un recupero del 60-80%. della vista nelle prime settimane e in alcuni casi, può migliorare fino al 90-100% dopo pochi mesi o anche 1 anno.

Queste non sono differenze molto importanti tra le due tecniche, ma è necessario considerarle a seconda del tipo di paziente. Nei casi in cui è giovani pazienti che devono guidare o richiedono un alto livello di visione, preferiamo proporre a DMEK. Nei casi in cui il la domanda visiva non è così importante, preferiamo indicare a DSAEK, grazie alla sua maggiore affidabilità e al minor grado di complicanze.

Quando eseguire un DSAEK o DMEK?

Abbiamo già visto i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno. Entrambe le tecniche hanno buoni risultati e rappresentano un progresso molto importante rispetto al classico trapianto penetrante, soprattutto quando le lesioni corneali non interessano tutti i suoi strati.

Il dilemma è tra la migliore qualità visiva di DMEK e la maggiore sicurezza della chirurgia in DSAEK. Queste due circostanze devono essere soppesate in ogni paziente e nella sua situazione personale. Nei casi in cui è giovani pazienti che devono guidare o richiedono un alto livello di visione, preferiamo proporre a DMEK. Nel casi in cui la domanda visiva non è così importante, preferiamo indicare a DSAEK, grazie alla sua maggiore affidabilità e al minor grado di complicanze.

Hai altre domande sul differenze tra DMEK e DSAEK? En Área Oftalmológica Avanzada siamo esperti in questi due interventi. Se lo desideri, non devi far altro che contattarci, saremo lieti di aiutarti!

Riassunto
DMEK vs DSAEK: quale è meglio per la cornea?
Nome articolo
DMEK vs DSAEK: quale è meglio per la cornea?
Descrizione
Sia DMEK che DSAEK sono interventi chirurgici attraverso i quali vengono trattate le alterazioni del tessuto endoteliale.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor