discromatopsia

Il disordine che impedisce la corretta percezione dei colori è noto con il nome di discromatopsia o daltonismo. Avere una visione cromatica anormale implica, molte volte, subire una parziale cecità verso determinati colori o addirittura, ma meno comune, la limitazione di poter percepire qualsiasi colore. 

Discromatopsia, o disturbi della visione dei colori, Potrebbe essere un malattia ereditaria dell'occhio, congenito y acquisita, e colpisce più uomini che donne.

discromatopsia

Il disordine che impedisce la corretta percezione dei colori è noto con il nome di discromatopsia o daltonismo. Avere una visione cromatica anormale implica, molte volte, subire una parziale cecità verso determinati colori o addirittura, ma meno comune, la limitazione di poter percepire qualsiasi colore. 

Discromatopsia, o disturbi della visione dei colori, Potrebbe essere un malattia ereditaria dell'occhio, congenito y acquisita, e colpisce più uomini che donne.

Cos'è la discromatopsia?

Per capire correttamente cos'è la discromatopsia, è necessario spiegare come sia possibile per l'occhio distinguere i colori. La retina è il tessuto fotosensibile su cui vengono proiettate le immagini. Questa membrana ha cellule fotorecettrici, chiamate bastoncelli e coni. 

Le bacchette si attivano al buio e sono responsabili della distinzione dei toni della scala di bianco, nero e grigio. I coni si attivano in ambienti luminosi e hanno il compito di distinguere il resto dei colori. Esistono tre tipi di cellule coniche: sensibili al rosso, sensibili al verde e sensibili al blu. 

La La discromatopsia è l'alterazione della visione dei colori che provoca daltonismo parziale. il la forma più comune di discromatopsia è il daltonismo, condizione in cui una persona può presentare cecità parziale al rossoA verde o al azul e quindi ha difficoltà a identificare correttamente le oltre 200 sfumature che l'occhio umano può rilevare.

Differenza tra daltonismo e discromatopsia

Daltonismo e discromatopsia sono termini che sono usati per definire il disturbo del colore nella visione.

Ora il dicromatopsia è un termine usato genericamente in termini medici. Copre qualsiasi disturbo nella visione dei colori, se acquisito o congenito mentre daltonismo è usato specificamente per quelli che hanno un'origine genetica ereditaria.

In ogni caso il termine discromatopsia può essere utilizzato anche per quei problemi di percezione del colore di origine ereditaria, in questo caso viene chiamato discromatopsia congenita o daltonismo.

  • La discromatopsia congenita es asimmetrico e acquisita es simmetrico.
  • La discromatopsia congenita è un difetto stabile e acquisita è un difetto variabile.
  • La discromatopsia congenita colpisce di più il percezione del rosso e il verdementre acquisita altera il visione del blu, la giallo, la rosso e il verde.
  • La discromatopsia congenita, con differenza da quella acquisitanon associato ad altri difetti visivi e l'acquisito sì.

A loro volta, ci sono altri termini per classificare i tipi di daltonismo, vediamo:

discromatopsia
  • deuteranopia: alterazione che impedisce la corretta visione del colore verde per carenza dei coni sensibili a questo tono. 
  • protanopia: alterazione che impedisce la normale visione del colore rosso per carenza dei coni sensibili a questo tono. 
  • tritanopia: alterazione che impedisce la corretta visione del colore azzurro per carenza dei coni sensibili a questo tono. 
  • acromatopsia: alterazione che impedisce di vedere qualsiasi colore a causa della carenza nel funzionamento di tutte le cellule del cono.

Cause di discromatopsia

Come accennato all'inizio, la discromatopsia è causata da a difetto nel funzione delle cellule fotorecettrici della retina.

Questa alterazione può verificarsi durante lo sviluppo dell'embrione, sviluppando daltonismo o discromatopsia congenita. 

Può anche accadere che il viene acquisita la dicromatopsia, ed è di solito associati ai seguenti fattori:

  • Patologie del cristallino come la cascata con discromatopsia blu-gialla.
  • La degenerazione maculare distacchi sierosi estesi e maculari.
  • Malattie del nervo ottico come glaucoma.
  • Patologia coroidale che stimola l'irrigazione della retina dove si trovano i fotorecettori (bastoncini e coni).

Test per la diagnosi di discromatopsia

Esistono diversi strumenti diagnostici per rilevare la discromatopsia, ma il più utilizzato è il Test di percezione del coloreAnche noto come Prova di Ishihara.

L'esame consiste nel mostrare al paziente una serie di fogli che mostrano colori e numeri formati da un insieme di punti

La persona senza alcun tipo di alterazione nella percezione dei colori potrà apprezzare correttamente i colori e i numeri di ogni foglio, mentre chi ha qualche tipo di discromatopsia osserverà numeri e colori diversi.

Attraverso il test di Ishihara, è possibile diagnosticare il daltonismo e i suoi diversi tipi. 

Discromatopsia del test di ishihara

Un altro test diagnostico per rilevare la discromatopsia è il Test Fansworth-Munsell 100 Tonalità, 28 Tonalità o 15 Tonalità.

Il test consiste in 85 o 15 sfumature di colore su dischi in cui il paziente deve classificare il colore e la gamma in file separate. Questo test è il più efficace per rilevare difetti congeniti e acquisiti.

Hai una cura?

La discromatopsia è un disturbo visivo che non ha un trattamento definitivo.

Attualmente, ci sono occhiali speciali e lenti a contatto che sono molto utili per la persona può identificare colori simili a quelli che non può vedere. Il trattamento della discromatopsia, quindi, è più focalizzato sull'offrire qualità di vita alle persone che soffrono di questa condizione. 

Quando l' viene acquisita la discromatopsia, a seconda della causa che possiamo offrire a trattamento alla causa di tale alterazione da correggere la discromatopsia. Ad esempio, in caso di cataratta si può optare per il operazione di cataratta che consiste nell'impiantare una lente intraoculare che sostituisce la lente e corregge definitivamente detta malattia.

En Área Oftalmológica Avanzada abbiamo gli esperti di cui hai bisogno

In questo campoppure, oltre all'elettrofisiologia e ai sistemi diagnostici per immagini, vengono stabilite linee guida di recupero per problemi che fino ad ora avevano pochissime opzioni di miglioramento.

Attraverso un team di neuropsicologi, possiamo proporre il recupero di problemi secondari a processi neurologici che colpiscono la vista, come quelli che compaiono dopo un processo vascolare di tipo embolia o trombosi. Ci siamo specializzati nella diagnosi e nel trattamento funzionale dei problemi visivi legati alla demenza senile e al morbo di Alzheimer, migliorando la memoria visiva, l'attenzione e gli schemi visuospaziali.

Se pensi di avere sintomi di alterazione neuro-oftalmologica, non esitare a contattare i nostri esperti all'indirizzo Área Oftalmológica Avanzada. Prima riusciamo a identificare i problemi di vista, più veloce sarà la guarigione. Noi ti aspetteremo!

Riassunto
Discromatopsia cioè e differenze rispetto al daltonismo
Nome articolo
Discromatopsia cioè e differenze rispetto al daltonismo
Descrizione
La discromatopsia è strettamente correlata al daltonismo. Vi diciamo di cosa si tratta, le sue caratteristiche, tipologie e diagnosi.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor