Lenti fachiche

Lenti fachiche è un concetto alternativo per la correzione di miopia, ipermetropia e / o il astigmatismo che mantiene intatta la struttura oculare.

Viene posizionato un impianto intraoculare con particolari caratteristiche progettuali a seconda che sia posizionato davanti o dietro l'iride, aggiungendo così un'altra diottria al sistema, configurando un sistema ottico polifachico/multifachico.

Lenti fachiche

Lenti fachiche è un concetto alternativo per la correzione di miopia, ipermetropia e / o il astigmatismo che mantiene intatta la struttura oculare.

Viene posizionato un impianto intraoculare con particolari caratteristiche progettuali a seconda che sia posizionato davanti o dietro l'iride, aggiungendo così un'altra diottria al sistema, configurando un sistema ottico polifachico/multifachico.

Perché usare lenti fachiche?

L'intervento LASIK (Laser Assisted in Situ Keratomileusis) principale rappresentante della chirurgia keratorefrattiva non solo modifica i parametri geometrici della cornea (es. curvatura anteriore della cornea, asfericità e grado di aberrazioni corneali) ma anche ridurne lo spessore e con questo influisce sulla biomeccanica corneale riducendo così la sua rigidità molto più accentuato nei pazienti con suscettibilità all'ectasia corneale.

Diversi studi sui risultati della chirurgia laser ad eccimeri hanno dimostrato che i trattamenti che inducono alterazioni delle diottrie corneali, lasciando curvature inferiori a 34 diottrie o superiori a 47 diottrie, sono suscettibili di indurre una scarsa qualità visiva a causa della perdita di sensibilità al contrasto o della diminuzione dell'acuità visiva meglio corretta.

È anche noto che uno stroma residuo inferiore a 250 um, ritrattamenti, correzioni ad alta ametropia aumentano il rischio di soffrire di ectasia corneale con un danno secondario per la vista.

Ecco perché il buon uso di lenti fachiche che li incorporano nella pratica quotidiana come alternativa all'avanguardia a i casi di ametropia elevata e nei quali la chirurgia cheratorefrattiva è biomeccanicamente controindicata, quest'ultimo parametro oggi sempre più migliore e più valorizzato nei più importanti centri dedicati a chirurgia refrattiva stato dell'arte attraverso l'uso dell'Ocular Response Analyzer (ORA). Questo strumento è responsabile della misurazione "in vivo" della capacità di risposta alla deformità corneale, cioè misura l'isteresi corneale.

sono riconosciuti risultati internazionali con lenti fachiche in quanto molto sicure e con un'elevata qualità visiva finale per i pazienti anche con un aumento delle linee visive.

A cosa serve la chirurgia refrattiva della lente intraoculare?

La chirurgia refrattiva della lente intraoculare fachica viene utilizzata per correggere i difetti della vista rifrattiva come la miopia, la ipermetropia e / o el astigmatismo. In questo modo, la persona evita la dipendenza da occhiali o lenti a contatto.

Questa correzione è ottenuta da impianto di una lente nell'occhio. Per effettuare l'intervento viene effettuato uno studio dettagliato della morfologia dell'occhio, che è ciò che determinerà le caratteristiche del cristallino in ciascuno dei pazienti.

Uno dei principali Vantaggi di chirurgia refrattiva con impianto di lenti è quello la morfologia della cornea non viene modificata.

lenti fachiche

miopia

La miopia è un errore di rifrazione che si verifica quando una persona vede oggetti distanti sfocati ma può vedere correttamente gli oggetti vicini.

Ulteriori informazioni

Lungimiranza

La lungimiranza si manifesta quando una persona non può vedere chiaramente gli oggetti vicini ma può vedere quelli che si trovano a una certa distanza.

Ulteriori informazioni

astigmatismo

L'astigmatismo si verifica quando la superficie della cornea è irregolare. Somigliante gli specchi ondulati dei parchi divertimento.

Ulteriori informazioni

Chi è consigliato?

Tra le principali indicazioni che troviamo nella nostra pratica quotidiana ci sono:

  • cornee fini con pachimetrie con spessori inferiori a 500 um, con l'eccezione che l'uso della pachimetria pancorneale con metodiche tomografiche è molto importante in quanto il metodo ultrasonico puntuale manca di sensibilità per rilevare cornee con profili di spessore anomali dove il punto centrale della cornea non coincide con il punto più fine sulla sua superficie. Es. Tomografo oculare Oculus Pentacam
  • miopia elevata con equivalente sferico maggiore di -7.00 diottrie nei soggetti di età inferiore ai 48 anni
  • ipermetropia elevata con equivalente sferico maggiore di + 5.00 diottrie nei soggetti di età inferiore ai 48 anni
  • Qualsiasi intervento chirurgico che ci lasci con cornee con curvature finali inferiori a 34 diottrie o superiori a 47 diottrie
  • caso speciale: il Correzione della chirurgia refrattiva del cheratocono Lieve: modalità moderata, isolata o combinata per gli impianti del segmento ad anello.

Variabili da tenere in considerazione

La buona valutazione del segmento anteriore dell'occhio è della massima importanza e per questo niente di meglio che l'utilizzo dello strumento diagnostico consolidato il Tomografia del segmento anteriore oggi ben rappresentato da tomografi basati sull'immagine Scheimpflug come il Pentacam di Oculus o il Galilei di Ziemer, l'uso dell'immagine di Tomografia a coerenza ottica (OCT) e biomicroscopia ad ultrasuoni ad alta frequenza (UBM) del segmento anteriore.

Entrambi forniscono sufficienti informazioni morfometriche del segmento anteriore (es. volume della camera anteriore, profondità della camera anteriore, angolo della camera anteriore, pachimetria centrale della cornea, mappa della profondità della camera anteriore, ecc.) e di anche il profilo dell'iride per poterlo fare valutare la corretta selezione del modello di impianto fachico della camera anteriore o della camera posteriore.

Va inoltre ricordato che il conteggio endoteliale attraverso microscopia speculare È essenziale soprattutto quando morfologicamente il segmento anteriore è a buon candidato per l'impianto fachico della camera anteriore poiché esiste una densità endoteliale corneale minima di 2800 cellule/mm2 che dovrebbe essere rispettata per questi modelli.

Allo stesso modo il dimensione della pupilla mesopica È anche importante sapere che il candidato non dovrebbe idealmente superare le dimensioni della zona ottica nei modelli con camera anteriore ed essere leggermente più tollerante con i modelli con camera posteriore.

Per quanto riguarda il misura esterna del bianco –bianco orizzontale, manca di sensibilità e specificità per garantire un buon adattamento di un impianto da camera posteriore, quindi l'uso del biomicroscopia ad ultrasuoni ad alta frequenza (UBM) per selezionare meglio la lunghezza di questi tipi di impianti in base a migliore approssimazione alla dimensione reale del sito (solco ciliare) dove saranno alloggiati dietro l'iride.

Altrimenti, esso aumenta il rischio di glaucoma acuto ad angolo chiuso mediante impianto di una lente più grande al diametro appropriato corrispondente a quello del solco ciliare.

Tipi di lenti fachiche

Ci tre modelli di lente fachica intraoculare ciascuno Si distingue per il modo in cui è fissato alle strutture interne dell'occhio e per la posizione che occupa rispetto al piano pupilla-iride.È in questo ordine che li discuteremo.

Come accennato in precedenza, i risultati altamente soddisfacenti con questi impianti dipendono da un'adeguata conoscenza del loro profilo di sicurezza e dalla conoscenza del tasso di complicanze associate al loro utilizzo.

Lenti fachiche con fissazione dell'iride

Modelle impianti fachici con fissazione nell'iride attraverso un avanzato sistema di "clip" sono quelli che si basano sulla filosofia che può essere definita dalla frase in inglese "one size fits all" da cui si salva l'indipendenza della dimensione di questi impianti rispetto alla morfometria del segmento anteriore, con cui si diminuisce l'indice di complicanze secondarie alla cattiva o insufficiente stima delle misure appropriate dell'impianto per ciascun occhio.

Sono inoltre l'unico gruppo di impianti che consentono il corretto centraggio nella pupilla indipendente in caso di leggero spostamento del centro pupillare, riducendo così gli aloni che potrebbero verificarsi a causa della disparità di centraggio tra la zona ottica dell'impianto e la posizione dell'allievo.

Sebbene le infiammazioni intraoculari possano verificarsi un po' più frequentemente con questi impianti, sono facili da gestire e controllare.

Lenti fachiche della camera posteriore

impianti intraoculari in camera posteriore come Lenti ICL, vengono impiantati tra l'iride e la lente Hanno due versioni, una con un diametro maggiore è fissata nel solco ciliare e richiede la misurazione precisa di questa struttura oculare, quindi la massima precisione e affidabilità di questa misurazione è obbligatoria per diminuire la possibilità di contatto con il cristallino e la cataratta secondaria, in caso di impianti di lunghezza inferiore alla lunghezza ideale o altrimenti glaucoma acuto come discusso sopra.

Questa versione di materiale della collana lattina corretta miopia, ipermetropia e/o astigmatismo.

L'altra versione di impianto fachico camera posteriore è realizzato in silicone di lunghezza inferiore rispetto al precedente, non è invece fissato nel solco ciliare galleggia nella camera posteriore e le complicazioni non derivano dalla corretta misurazione ma dalla possibile lesione della zonula ciliare dovuta al movimento di taglio dei suoi bordi quando ruota liberamente in questo spazio, pertanto sono state descritte dislocazioni di questi impianti nella camera vitrea.

miopia del cristallino intraoculare

Raccomandazioni per l'uso di lenti fachiche

  • cornee con pachimetria con spessori inferiori a 500 µm.
  • miopia con equivalente sferico maggiore di -7.00 diottrie.
  • Lungimiranza con equivalente sferico maggiore di + 5.00 diottrie.
  • cornee a curvatura post operazione inferiore a 34 diottrie o superiore a 47 diottrie.
  • Topografia/tomografia corneale sospetta per cheratocono.
  • isteresi corneale diminuito (es. CH 8,1 CRF 7,0).

Test preoperatori per impianti fachici

  • Tomografia/Topografia oculare (immagine Scheimpflug).
  • Tomografia a coerenza ottica (OCT del segmento anteriore).
  • Microscopia endoteliale.
  • Biometria assiale (Ottico o Ultrasuoni).
  • Biomicroscopia ad ultrasuoni (UBM).
Riassunto
Lenti fachiche
Nome articolo
Lenti fachiche
Descrizione
Se ti stai chiedendo cosa sono le lenti fachiche, ti spiegheremo cosa sono, come sono classificate e i test necessari per la loro raccomandazione.
Autore
Nome dell'editor
Área Oftalmológica Avanzada
Il logo dell'Editor